Articoli

La gara, resa dura e insidiosa dalla pioggia, ha esaltato le potenzialità dell’innovativo sistema frenante Sram: “Differenza evidentissima”.

4/7/2018 – Un debutto ufficiale più che positivo, quello con i freni a disco (montati su bicicletta Argon 18 Gallium Pro), per Thomas Pesenti ieri al Trofeo Città di Brescia, gara internazionale in notturna.
L’atleta parmense del Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli (classe 1999 e al primo anno nella categoria) ha chiuso in dodicesima posizione una gara resa dura sia dal percorso (c’era da affrontare 21 volte la salita del Castello di Brescia), sia per le condizioni atmosferiche, con un acquazzone che si è abbattuto sulla città lombarda proprio durante la gara.

Ma proprio grazie all’ausilio dei freni a disco Sram, Pesenti ha potuto correre nelle migliori condizioni per quanto riguarda la guidabilità della bici, specialmente nell’insidiosa discesa in ciottolato che ha messo in difficoltà più di un corridore.

Fin dalle prima battute di gara, quando la strada era ancora asciutta, mi sono trovato benissimo con i freni a disco – spiega Pesenti –. Ma soprattutto, quando è iniziata la pioggia, ho notato molto la differenza rispetto agli altri corridori che utilizzavano freni tradizionali. La frenata non ha mai perso efficienza e io sentivo molto più sicuro anche su un fondo così scivoloso. Miglior inizio non poteva esserci”.

 

3/7/2018 – Questa sera, in occasione del “Trofeo Città di Brescia”, gara internazionale in notturna, il Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli gareggerà con biciclette Gallium Pro della Argon 18 equipaggiate con freni a disco Sram. Una novità assoluta per gare di questo tipo, considerando anche che solo dal primo luglio l’Unione Ciclistica Internazionale ha consentito l’utilizzo dei freni a disco nelle gare su strada, senza l’ausilio di particolari protezioni.

Le bici speciali saranno utilizzate da Thomas Pesenti e Matteo Valsecchi. Il Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli, fin dalla sua nascita (2016) ha come obiettivo quello di utilizzare mezzi e materiali all’avanguardia, grazie alle molteplici possibilità offerte dall’azienda Beltrami Tsa di Reggio Emilia, leader nell’importazione di prodotti per il ciclismo e fornitrice di queste specialissime bici.

Abbiamo sempre voluto equipaggiare questa squadra con il meglio – spiega Graziano Beltrami, titolare della Beltrami Tsa -, e farne un punto di riferimento, nella categoria, per innovazione e sperimentazione. Anche l’Astana, al Tour de France, avrà a disposizione le stesse bici con cui il Team Beltrami gareggerà a Brescia, poi bisognerà vedere se la squadra kazaka deciderà di utilizzarle. Da parte nostra siamo molto curiosi di vedere i ragazzi all’opera con questo tipo di mezzi e siamo sicuri che ne trarranno beneficio”.

La gara, che si conclude sulla salita del castello di Brescia, partirà alle 20,15 e prevede un circuito di 5,8 km da ripetere 21 volte, per un totale di 121 km.