Articoli


2/9/2020 – Ancora un bel risultato per Filippo Baroncini e il Team Beltrami TSA – Marchiol al Giro d’Italia Under 23: oggi a Rosà, nel Vicentino, il ravvenate classe 2000 ha chiuso al settimo posto la volata vinta dal friulano Jonathan Milan (Ctf), che si è così aggiudicato la quinta tappa. Per Baroncini (che non è un velocista puro) si tratta del secondo piazzamento nella corsa rosa dei giovani, dopo il decimo posto di lunedì a Mordano

“La condizione di Filippo, così come quella di Marco Grendene, sta crescendo giorno dopo giorno – spiega il ds Roberto Miodini -. Questi risultati, ottenuti in una vetrina del genere, danno morale e stimoli ai ragazzi. Sono convinto che potremo provare a dire la nostra anche in una delle prossime tre tappe. Freddi e Raccani, che sono ragazzi del 2001 e quindi al primo anno nella categoria, stanno facendo più fatica, ma questa esperienza gli servirà”.

Intanto l’altro gruppo-squadra sta partecipando alla Settimana Internazionale Coppi e Bartali per professionisti, quattro tappe tutte in Romagna, alle quali partecipano anche 11 World Team per un livello davvero elevato. Nella seconda semitappa, la cronosquadre di ieri pomeriggio a Gatteo, i ragazzi diretti da Orlando Maini (i più giovani in gara per età media) hanno concluso con un onorevole 21° posto, mettendosi alle spalle sette formazioni, fra cui alcuni Pro Team. Oggi, nella tappa con arrivo in salita a Sogliano al Rubicone vinta da Andrea Bagioli della Deceuninck Quick Step, buonissima prestazione del pavese classe 2000 Nicolò Parisini, che fino all’inizio dell’ultima salita era nel gruppo dei migliori e che ha chiuso al 41° posto, a 1’49” dal vincitore. Tutti regolarmente al traguardo gli altri cinque, fra cui i classe 2001 Cretti e Crescioli.
Ancora due le frazioni che mancano alla conclusione: domani è la volta di quella con partenza e arrivo a Riccione, che presenta nel mezzo la durissima ascesa del Carpegna.

12/06/2019 – In casa Team Beltrami TSA – Hopplà – Petroli Firenze è tutto pronto per il Giro d’Italia Under 23, che parte nel tardo pomeriggio di domani (giovedì 13 giugno) con un cronoprologo di 3,6 km in quel di Riccione, per concludersi domenica 23 sulla Marmolada.
La formazione, diretta da Orlando Maini Roberto Miodini, sarà composta da Sebastian Castaño, Matteo Domenicali, Davide Ferrari, Tommaso Fiaschi Thomas Pesenti.

Castaño, scalatore colombiano classe 1997, è reduce da una gara da protagonista al Gp di Lugano, domenica scorsa tra i professionisti, dove è stato in fuga per 120 chilometri, e sarà l’uomo di punta per le tante salite che costellano il percorso del Giro.  
L’altro atleta al quarto e ultimo anno fra gli Under 23 è il toscano Tommaso Fiaschi, che in questa stagione ha vinto una gara ed è salito altre tre volte sul podio (l’ultima delle quali il 2 giugno a Fiorano, terzo). Adatto ai percorsi mossi e dotato di un buonissimo spunto veloce, punterà alle tappe.
Thomas Pesenti, parmense classe 1998, è rientrato da poco alle gare dopo un mese di stop per la frattura dello scafoide, ma ha mostrato di essere già brillante, specialmente domenica scorsa alla Coppa della Pace, nel Riminese, dove ha chiuso 19°. Il velocista del quintetto (anche se saranno rarissime le occasioni per gli sprinter) è il brianzolo Davide Ferrari (del ’99), mentre il più giovane è Matteo Domenicali, classe 2000, al primo anno nella categoria. Scalatore romagnolo, in questa prima parte di stagione ha dimostrato doti (fra cui grinta e determinazione) che gli saranno utili lungo le tante salite previste.

Il Giro Under 23 sarà una grande esperienza per i nostri ragazzi – spiega il team manager Stefano Chiari -, che stanno affrontando un percorso di crescita a metà fra il mondo dei Dilettanti e quello dei professionisti, nel quale le gare a tappe hanno una grande importanza. Il percorso di questo Giro è particolarmente severo, noi lo affronteremo pensando ad una tappa per volta, con quella grinta e quella determinazione che in eventi come questo non possono mancare e con la voglia di metterci in mostra: sia da parte dei ragazzi, sia ragionando come squadra, per promuovere il nostro progetto di squadra Continental che punta sui giovani”.

IL PERCORSO
Dieci le frazioni (un prologo e nove tappe), con tantissima salita. La prima metà del Giro avrà come scenario gli Appennini di Romagna e Toscana (la quarta tappa si conclude sul Monte Amiata), poi saranno le Alpi a prendersi la scena. La quinta frazione (che parte da Sorbolo, nel Parmense) si conclude al Passo Maniva, mentre la successiva, con partenza e arrivo ad Aprica, prevede addirittura per due volte la scalata del Mortirolo, mentre l’ultima è una frazione di soli 35 km, con arrivo al Passo Fedaia.

Giovedì 13 giugno, prologo, Riccione-Riccione, 3.6 km
Venerdì 14 giugno, 1a tappa, Riccione-Santa Sofia, 143.2 km
Sabato 15 giugno, 2a tappa, Bagno di Romagna-Pescia, 173 km
Domenica 16 giugno, 3a tappa, Sesto Fiorentino-Gaiole in Chianti, 145.5 km
Lunedì 17 giugno, 4a tappa, Buonconvento-Monte Amiata, 163.7 km
Martedì 18 giugno, giorno di riposo
Mercoledì 19 giugno, 5a tappa, Sorbolo Mezzani-Passo Maniva, 155.2 km
Giovedì 20 giugno, 6a tappa, Aprica-Aprica, 94.8 km
Venerdì 21 giugno, 7a tappa, Dimaro Folgarida-Levico Terme, 119.9 km
Sabato 22 giugno, 8a tappa, Rosà-Falcade, 134.2 km
Domenica 23 giugno, 9a tappa, Agordo-Passo Fedaia, 35.8 km

TV E STREAMING:
La gara, a parte il prologo, sarà trasmessa in differita (ultima tappa in diretta) dalla piattaforma PMG, sulla pagina Facebook PMG Sport e sul circuito di siti web collegati. In televisione invece, il Giro d’Italia Under 23 andrà in onda su Raisport, anche in questo caso in differita. 

GLI ATLETI AL VIA:
Sebastian Castaño, nato a Tamesis (Colombia) il 12 maggio 1997, vive a Itaguì ed è al quarto anno fra gli Under 23. Scalatore puro che predilige le salite lunghe.
Matteo Domenicali, nato a Imola (Bologna) il 20 ottobre 2000, risiede a Castel Bolognese (Ravenna). Al primo anno fra gli Under 23, è uno scalatore puro.
Davide Ferrari, nato l’8 settembre 1999 a Monza, risiede a Lissone (Monza Brianza). È un velocista al secondo anno nella categoria.
Tommaso Fiaschi, nato a Poggibonsi (Siena) il 22 giugno 1997, vive a Poggibonsi (Siena). Al quarto e ultimo anno fra gli Under 23, predilige i percorsi mossi ed è dotato di un buono spunto veloce.
Thomas Pesenti, nato a Fidenza (Parma) il 16 ottobre 1999, vive a Fontanellato, nel Parmense. Al secondo anno fra gli Under 23, è un corridore sostanzialmente completo, adatto alle gare di un giorno.