Articoli

31/08/2020Decimo posto quest’oggi nella terza tappa del Giro d’Italia Under 23, da Riccione a Mordano (Bologna), per Filippo Baroncini, romagnolo del Team Beltrami TSA-Marchiol classe 2000 di Massa Lombarda (Ravenna), che correva praticamente in casa. La frazione si è conclusa con lo sprint di un gruppetto di cinque atleti, vinto da Luca Colnaghi (Zalf), il quale ha così bissato il successo di ieri. Alle loro spalle, nel gruppo inseguitore, la volata di Baroncini che ha colto il primo piazzamento in top-10 alla corsa rosa.
Un buon risultato ottenuto in una gara che è la principale vetrina al mondo, quest’anno, per gli Under 23. Una manifestazione caratterizzata negli ultimi due giorni dalla pioggia, che sta causando diverse cadute. Una di queste ha coinvolto nella tappa di ieri (da Gradara a Riccione) il bolognese classe ’98 Massimo Orlandi, costretto al ritiro. Così come oggi ha dovuto fare anche Federico Chiari, per i postumi della caduta di ieri. 

“Un bel risultato che dà morale a tutta la squadra dopo la brutta giornata di ieri – le parole del ds Roberto Miodini -, che ci ha privato del nostro elemento più esperto, Orlandi, e dopo l’abbandono anche di Chiari oggi. Filippo è stato davvero bravo a restare davanti in una tappa insidiosa, trovando lo spunto per un piazzamento che, in una gara così importante e seguita dagli addetti ai lavori e dagli appassionati di tutto il mondo. Ora arrivano le montagne e noi cercheremo di fare del nostro meglio, anche con i due al primo anno (Raccani e Freddi, ndr) per tenere duro”.