Articoli

3/11/2016- Davide Plebani, tricolore Juniores 2014 e attuale vicecampione europeo Under 23 nell’inseguimento a squadre, l’anno prossimo correrà tra le fila del Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli. La squadra emiliana del presidente Emanuele Brunazzi e del team manager Stefano Chiari ha infatti ingaggiato l’atleta bergamasco (di Sarnico) con l’obiettivo di farne uno degli uomini di punta. Passista veloce classe 1996 (nel 2017 sarà dunque al terzo anno tra gli Under 23), alto 185 centimetri, Plebani nelle ultime due stagioni ha vestito la maglia della Unieuro Wilier Trevigiani. Da domani a domenica sarà impegnato in maglia Azzurra nella prova di Coppa del Mondo su pistache si disputerà a Glasgow, in Scozia. Proprio su pista Plebani quest’anno ha preso parte ai Campionati Europei con la Nazionale: sia quelli assoluti (disputati tre settimane fa a Parigi), sia quelli per Under 23 (la scorsa estate a Montichiari), dove ha messo al collo la medaglia d’argento nell’inseguimento a squadre, facendo registrare anche il record italiano (3’56”393 insieme a Ganna, Consonni e Lamon), poi ulteriormente abbassato dal quartetto Azzurro che ha partecipato alle Olimpiadi di Rio.

Si tratta insomma di un talento molto promettente, già nel giro della Nazionale, il cui ingaggio va a rafforzare ulteriormente la rosa del Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli, dopo i già annunciati arrivi di Alberto Tocchella e Andrea Cancarini, quelli dei classe ’98 (che nel 2016 correvano dunque tra gli Juniores) Michele Bertaina, Giosuè Mattio, Enrico Olivero, Alex Ponti e Manuele Tarozzi, e le conferme di Rino Gasparrini, Moreno Giampaolo, Davide Debenedetti, Kevin Pasini e Christian Scerbo.

Reputiamo l’ingaggio di Davide un colpo davvero importante per una società come la nostra, nata appena da un anno – spiega il team manager Stefano Chiari -: siamo convinti che con lui faremo un ulteriore salto di qualità. Si tratta di un atleta che da Juniores ha vinto il campionato italiano e che, tra gli Under 23, si è già ritagliato uno spazio in Nazionale. Un corridore che, ne siamo convinti, deve ancora esprimere appieno le sue potenzialità in questa categoria: da parte nostra faremo il massimo per metterlo nelle condizioni ideali affinché possa raccogliere soddisfazioni con la nostra maglia”.