31/08/2020Decimo posto quest’oggi nella terza tappa del Giro d’Italia Under 23, da Riccione a Mordano (Bologna), per Filippo Baroncini, romagnolo del Team Beltrami TSA-Marchiol classe 2000 di Massa Lombarda (Ravenna), che correva praticamente in casa. La frazione si è conclusa con lo sprint di un gruppetto di cinque atleti, vinto da Luca Colnaghi (Zalf), il quale ha così bissato il successo di ieri. Alle loro spalle, nel gruppo inseguitore, la volata di Baroncini che ha colto il primo piazzamento in top-10 alla corsa rosa.
Un buon risultato ottenuto in una gara che è la principale vetrina al mondo, quest’anno, per gli Under 23. Una manifestazione caratterizzata negli ultimi due giorni dalla pioggia, che sta causando diverse cadute. Una di queste ha coinvolto nella tappa di ieri (da Gradara a Riccione) il bolognese classe ’98 Massimo Orlandi, costretto al ritiro. Così come oggi ha dovuto fare anche Federico Chiari, per i postumi della caduta di ieri. 

“Un bel risultato che dà morale a tutta la squadra dopo la brutta giornata di ieri – le parole del ds Roberto Miodini -, che ci ha privato del nostro elemento più esperto, Orlandi, e dopo l’abbandono anche di Chiari oggi. Filippo è stato davvero bravo a restare davanti in una tappa insidiosa, trovando lo spunto per un piazzamento che, in una gara così importante e seguita dagli addetti ai lavori e dagli appassionati di tutto il mondo. Ora arrivano le montagne e noi cercheremo di fare del nostro meglio, anche con i due al primo anno (Raccani e Freddi, ndr) per tenere duro”.  

26/08/2020 – Il Team Beltrami TSA – Marchiol si appresta ad affrontare il periodo più intenso della stagione: da sabato infatti la squadra veneto-emiliana del tm Stefano Chiari sarà impegnata contemporaneamente su più fronti, fra gli Under 23 e i professionisti.
Sabato sarà la volta del Trofeo Matteotti a Pescara, gara per professionisti, nella stessa giornata in cui, ad Urbino, scatterà il Giro d’Italia Under 23, che si concluderà il 5 settembre. Domenica, a Cesenatico, il calendario professionistico prosegue con il Memorial Marco Pantani e poi, dopo un giorno di pausa, da martedì a venerdì (4 settembre) ecco la Settimana Internazionale Coppi e Bartali, composta da quattro frazioni piuttosto impegnative.

Da segnalare il debutto tra i professionisti per il bergamasco classe 2001 Luca Cretti (che disputerà Matteotti, Pantani e “Coppi e Bartali”) e per il suo coetaneo Leonardo Dalla Costa (che disputerà Matteotti e Pantani), vicentino, figlio della compianta Valeria Cappellotto, campionessa italiana su strada fra le Elite nel 1999. Alla “Coppi e Bartali” sarà in gara anche il fiorentino Giosuè Crescioli, altro 2001, che ha debuttato tra i pro’ al Giro dell’Emilia.
Al Giro, quella del Team Beltrami TSA – Marchiol sarà una delle formazioni più giovani in gara, con tre atleti del 2001 (Raccani, Chiari e Freddi), due del 2000 (Baroncini e Grendene) e uno del ’98 (Orlandi).

La contemporaneità di tutte queste gare ci costringe a dividere la squadra – spiega il team manager Stefano Chiari -, ma cercheremo ovviamente di fare del nostro meglio e daremo l’opportunità a tanti ragazzi al primo anno fra gli Under 23 di correre il Giro o di disputare gare importanti con i professionisti. Per loro sarà indubbiamente una prova impegnativa, ma anche un’esperienza che li farà crescere tanto sotto tutti i punti di vista. D’altra parte, con la situazione che si è venuta a creare a causa del Covid, è già tanto che queste corse si disputino, ed era inevitabile che ci sarebbero state delle sovrapposizioni. Non possiamo che ringraziare gli organizzatori per l’impegno che ci stanno mettendo, nonostante tutte le difficoltà del caso”.

LE FORMAZIONI:

GIRO D’ITALIA UNDER 23 (29 agosto – 5 settembre): Filippo Baroncini (2000), Federico Chiari (2001), Matteo Freddi (2001), Marco Grendene (2000), Massimo Orlandi (1998), Simone Raccani (2001).

TROFEO MATTEOTTI (Pescara, 29 agosto): Luca Cretti (2001), Leonardo Dalla Costa (2001), Gregorio Ferri (1997), Nicolò Parisini (2000), Thomas Pesenti (1999), Matus Stocek (1999).

MEMORIAL MARCO PANTANI (Cesenatico, 30 agosto): Luca Cretti (2001), Leonardo Dalla Costa (2001), Gregorio Ferri (1997), Nicolò Parisini (2000), Thomas Pesenti (1999), Matus Stocek (1999).

SETTIMANA INTERNAZIONALE COPPI E BARTALI (1-4 settembre): Giosuè Crescioli (2001), Luca Cretti (2001), Gregorio Ferri (1997), Nicolò Parisini (2000), Thomas Pesenti (1999), Matus Stocek (1999).

26/8/2020 – Scatta sabato (29 agosto) da Urbino il 43° Giro d’Italia Under 23, appuntamento fra i più attesi al mondo per la categoria, una vetrina internazionale che nel recente passato ha fatto da trampolino di lancio per molti giovani talenti verso il mondo del professionismo.
Una gara alla quale prendono parte 31 squadre da 15 paesi, fra le quali non manca il Team Beltrami TSA – Marchiol, che sarà una delle formazioni con l’età media più bassa. I sei atleti al via per la compagine veneto-emiliana sono il ravennate Filippo Baroncini (classe 2000), il bolognese Massimo Orlandi (1998), i bresciani Matteo Freddi e Federico Chiari (entrambi del 2001, al primo anno nella categoria), i vicentini Simone Raccani (altro 2001) e Marco Grendene (2000). A dirigerli saranno i parmigiani Roberto Miodini ed Enea Farinotti.

La contemporaneità con diverse gare professionistiche, fra cui la Settimana Internazionale Coppi e Bartali, ci costringe a dividere la squadra – spiega Miodini -, ma faremo di necessità virtù, permettendo a tre debuttanti in categoria di vivere questa esperienza. È un Giro meno duro di quello dell’anno scorso, ma comunque impegnativo, che cercheremo di onorare al meglio delle nostre possibilità”.


Le otto le tappe in programma:

29/8: Urbino – Urbino, 150 km

30/8: Gradara – Riccione, 125 km

31/8: Riccione – Mordano, 151 km

1/9: Bonferraro di Sorgà – Bolca, 159 km

2/9: Marostica – Rosà, 132 km

3/9: Colico – Colico, 157 km

4/9: Lecco – Montespluga, 124 km

5/9: Aprica – Aprica, 120 km

LA FORMAZIONE DEL TEAM BELTRAMI TSA – MARCHIOL:

Filippo Baroncini (2000)
Federico Chiari (2001)
Matteo Freddi (2001)
Marco Grendene (2000)
Massimo Orlandi (1998)
Simone Raccani (2001)

23/08/2020 – È appena andato in archivio il weekend che, in tutta Europa (e non solo), ha assegnato i titoli di campione nazionale. Per il Team Beltrami TSA – Marchiol è arrivato un bel risultato da campionato slovacco dei professionisti (disputato a Mlada Boleslav), terminato in sesta posizione da Matus Stocek, atleta classe ’99 alla seconda stagione tra le fila della squadra giallogrigiorossa. A vincere è stato Juraj Sagan, fratello minore di Peter, con Stocek che avrebbe potuto ambire al podio se non fosse stato per un piccolo incidente che ha causato un guasto meccanico e lo ha costretto ad un doppio cambio di bici.
Un po’ di rammarico c’è – commenta l’atleta -, perché senza questi episodi sfortunati credo che sarei salito sul podio, ma sono comunque soddisfatto della mia prestazione. Un piazzamento tra i professionisti è un buon risultato, specialmente alla mia età”.

Team Beltrami TSA – Marchiol che era in gara anche nel campionato italiano pro’ corso oggi tra Bassano del Grappa e Cittadella, in Veneto, e vinto da Giacomo Nizzolo. La formazione diretta da Orlando Maini schierava Matteo Domenicali, Gregorio Ferri e Marco Grendene, i quali non avevano nessuna velleità di risultato, ma hanno comunque vissuto un’esperienza di livello, portando il nome del Team sul principale palcoscenico tricolore.

21/08/2020 – Messa in archivio l’esperienza al Giro dell’Emilia, domenica (23 agosto) il Team Beltrami TSA – Marchiol sarà di nuovo in scena sul palcoscenico del professionismo, un palcoscenico molto speciale, quello tricolore dei Campionati Italiani su strada che si corrono in Veneto, organizzati da Filippo Pozzato e dal suo team.Tre atleti del Team Beltrami TSA – Marchiol saranno al via della prova in linea, con partenza a Bassano del Grappa e arrivo a Cittadella: 253 chilometri segnati soprattutto dalla salita della Rosina, da ripetere dodici volte.
Gli atleti in gara in maglia giallogrigiorossa saranno il bolognese classe ’97 Gregorio Ferri, il vicentino classe 2000 Marco Grendene e il suo coetaneo Matteo Domenicali, ravennate. A guidarli in ammiraglia il ds Orlando Maini.
L’obiettivo non sarà quello di fare risultato, proibitivo in un contesto del genere, ma quello di onorare l’impegno tricolore, organizzato quest’anno nonostante le tante difficoltà del momento, dando il massimo e accumulando esperienza in una gara che vedrà ai nastri di partenza tutti i migliori atleti del panorama professionistico italiano.
Il resto del Team prenderà parte a metà settembre al campionato italiano Under 23, che coincide con il Piccolo Giro dell’Emilia. Da regolamento infatti, chi partecipa ad una delle due prove non può presentarsi al via dell’altra. 

16/08/2020 – Si avvicina una delle gare più antiche ed affascinanti fra quelle a cui prende parte (anche quest’anno) il Team Beltrami TSA – Marchiol, ovvero la 103^ edizione del Giro dell’Emilia – Granarolo, classica resa celebre ed appassionante dalle cinque ascese della salita verso il Santuario della Madonna di San Luca, che domina dall’alto la città di Bologna.
Per la squadra veneto-emiliana si tratta di un grande appuntamento non solo di visibilità (vi partecipano molti fra i più forti atleti del panorama mondiale ed è trasmessa in diretta tv), ma anche e soprattutto un momento di crescita per gli atleti di un Team che ha come obiettivo primario quello di inserire gradualmente i suoi giovani talenti nel panorama professionistico.

La prova, organizzata dal Gs Emilia, misura 200 chilometri, prenderà il via da Casalecchio di Reno alle 11.30 e vedrà al via squadre composte da sei atleti ciascuna.
Per il Team Beltrami TSA – Marchiol, una delle formazioni più giovani al via, saranno in gara il vicentino Marco Grendene (classe 2000), il ravennate Filippo Baroncini (2000), il parmense Thomas Pesenti (1999), il fiorentino Giosuè Crescioli (2001, alla prima gara tra i professionisti) e due bolognesi, Massimo Orlandi (1998) e Gregorio Ferri (1997), per i quali questa gara ha un sapore ancor più speciale. Saranno diretti da un altro bolognese doc, Orlando Maini.

Anche quest’anno siamo al via di una delle gare più belle e seguite del calendario professionistico italiano – le parole del team manager Stefano Chiari -, un motivo d’orgoglio per noi e anche uno stimolo per i nostri ragazzi, che possono correre fianco a fianco con molti dei più importanti campioni della scena internazionale. È attraverso esperienze come questa, misurandosi con il professionismo, che loro possono crescere e imparare molto del mestiere di corridore. Non ci attendiamo di fare risultato, visto il livello “proibitivo”, ma sono convinto che i ragazzi daranno tutto e onoreranno l’impegno”.

12/08/2020 – Continuano a migliorare gradualmente i piazzamenti del Team Beltrami TSA – Marchiol nelle gare post lockdown, iniziate da meno di un mese. Dopo l’ottavo posto di Matus Stocek a Fubine, sabato, oggi il bolognese Gregorio Ferri ha chiuso in settima posizione il Trofeo Papà Pederzolli di Casale Monferrato, terza prova della Challenge Gran Monferrato.
La gara, 140 chilometri in circuito, tutti pianeggianti, si è conclusa con una volata di gruppo ed è stata vinta da Enrico Zanoncello della Zalf.
Per Ferri, oltre al settimo posto, anche una novantina di chilometri in fuga, a confermare la crescente condizione di forma del bolognese.

“Al di là del piazzamento, che è comunque un buon segnale – commenta il ds Roberto Miodini -, tutta la squadra sta crescendo gara dopo gara. La ripartenza non è stata facile, forse qualcuno dei nostri l’ha sofferta più di altri, ma ora vedo che anche in gara iniziamo ad avere riscontri positivi. Dobbiamo continuare così, con determinazione, e sono convinto che i risultati miglioreranno ancora”.

Il prossimo impegno coincide con la partecipazione al Giro dell’Emilia per professionisti, martedì 18 agosto a Bologna, gara Uci Pro Series, uno degli appuntamenti più affascinanti e importanti della stagione. Una grande gara che sarà occasione di confronto con molti dei più forti atleti del panorama internazionale, una importante tappa nel percorso di crescita che stanno affrontando gli atleti del Team Beltrami TSA – Marchiol.

11/08/2020 – Prosegue domani (mercoledì 12 agosto) la Challenge Gran Monferrato, con la terza prova a Casale Monferrato, il Trofeo Papà Pederzolli. Al via ci sarà anche il Team Beltrami TSA – Marchiol, che nella prima delle due disputate, sabato a Fubine (in provincia di Alessandria), ha raccolto un ottavo posto con lo slovacco Matus Stocek. Nella seconda invece non è arrivato alcun piazzamento, nonostante un’azione vivace di Thomas Pesenti nella prima parte di gara, che ha contribuito a rendere dura una gara rivelatasi col passare dei chilometri (e a causa anche del caldo) particolarmente selettiva, tanto che solo 25 atleti l’hanno portata a termine.

La gara di domani si corre su un circuito pianeggiante di 7,7 chilometri da ripetere 18 volte, con arrivo in corso Duca d’Aosta (un chilometro aggiuntivo verso il quale si devierà solo per il traguardo), per un totale di 140 chilometri. Il via sarà dato alle 14,30. Sei gli atleti al via per la formazione veneto-emiliana: il ravvenate Filippo Baroncini, il bresciano Federico Chiari, il bolognese Gregorio Ferri, il pavese Nicolò Parisini e i già citati Pesenti e Stocek.

6/8/2020 – Archiviata la partecipazione al Grande Trittico Lombardo per professionisti, lunedì sotto una pioggia torrenziale, il Team Beltrami TSA – Marchiol è pronto per un weekend fra Piemonte e Toscana che lo vedrà impegnato in tre gare per Elite e Under 23.
Si parte sabato (8 agosto) con il Trofeo Luigi e Davide Guergio a Fubine, in provincia di Alessandria, prima prova della Challenge Gran Monferrato – Pella Sportswear, che vedrà il secondo atto la domenica, con il Trofeo Fubine Porta del Monferrato, sempre nella stessa località. Nella prima saranno in gara Davide Cattelan, Leonardo Dalla Costa, Gregorio Ferri, Nicolò Parisini e lo slovacco Matus Stocek, mentre la seconda gara vedrà al via ancora Ferri, Parisini e Stocek, cui si aggiungeranno Matteo Freddi e Luca Cretti, al rientro dopo uno stop di tre settimane causato da una caduta in allenamento.

Domenica la squadra sarà in gara anche in Toscana, nel 1° Trofeo Comune di Lastra a Signa (Firenze), con sei atleti: Filippo Baroncini, Giosuè Crescioli (unico toscano in squadra), Matteo Domenicali, Marco Grendene, Massimo Orlandi e Simone Raccani.
Nel corso della prossima settimana poi sarà la volta della terza prova della Challenge Gran Monferrato, a Casale Monferrato, mentre martedì 18 si torna a correre tra i professionisti con il Giro dell’Emilia, una delle classiche italiane più spettacolari del calendario.

31/7/2020 – Il Team Beltrami TSA – Marchiol è pronto a tornare sul grande palcoscenico del ciclismo professionistico: lunedì la squadra veneto-emiliana del team manager Stefano Chiari sarà infatti al via del Grande Trittico Lombardo, gara Uci 1.Pro.
La manifestazione racchiude, in un solo impegno, le tre corse che tradizionalmente componevano il Trittico Lombardo: Coppa Agostoni, Coppa Bernocchi, e Tre Valli Varesine, unite in una sola gara a causa dei problemi legati all’emergenza Covid. La prova, che vedrà in gara tanti dei più forti professionisti del panorama mondiale, prenderà il via da Lissione alle 12, con 199 chilometri da percorrere prima dell’arrivo posto a Varese.
Al via, diretti da Roberto Miodini, per il Team Beltrami TSA – Marchiol saranno in sette: il romagnolo Filippo Baroncini, i bolognesi Gregorio Ferri e Massimo Orlandi, lo slovacco Matus Stocek, il pavese Nicolò Parisini, il parmense Thomas Pesenti e il bresciano Matteo Freddi, il più giovane del Team al via, essendo del 2001 e al primo anno fra gli Under 23. Per lui si tratta del debutto assoluto in una gara professionistica.

Nelle scorse due settimane abbiamo partecipato ad una serie di gare per Elite e Under 23 che ci sono servite per riprendere confidenza con le competizioni – spiega il ds Roberto Miodini – e ritrovare il ritmo gara. Ora ci approcciamo ad uno dei più rilevanti impegni della nostra stagione con tanto entusiasmo e voglia di tornare a gareggiare fra i migliori atleti del mondo, un fattore che è sempre di stimolo quando si tratta di ragazzi come i nostri. Il nostro progetto è quello di far crescere i nostri giovani proprio attraverso il confronto con i professionisti, per cui questa gara rappresenta un momento importante in questo percorso”