Articoli

6/8/2018 – Dopo un weekend di riposo dalle competizioni, il Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli torna in gara domani pomeriggio (martedì 7 agosto) a Caselle di Sommacampagna, nel Veronese, dove si disputa il 23° Gp di San Luigi – Medaglia d’Oro Gioielleria F. Sancassani, classico appuntamento infrasettimanale di inizio agosto. Una gara che si disputa lungo un circuito pianeggiante di 7,3 km da ripetere 17 volte, per un totale di 124 chilometri.

Nell’ultima uscita ufficiale, giovedì sera alla notturna di Osio Sotto (Bergamo), la squadra del presidente Emanuele Brunazzi e del team manager Stefano Chiari aveva ottenuto un bel terzo posto con Giuliano Kamberaj, che sarà fra i più attesi anche domani in Veneto, dove la formazione biancorossonera si presenterà con nove uomini.

Di seguito il programma e i convocati:

Martedì 7 agosto 2018, 23° Gp di San Luigi – Medaglia d’Oro Gioielleria F. Sancassani a Caselle di Sommacampagna (VR). 124 km, partenza ore 14,30.

Percorso: Via Scuole – Via Roma – Via Tezze – Via Cesarina – Palazzo – Via Ceolara – Via Scuole. Circuito di Km 7,320 da ripetere 17 volte.

Convocati: Simone Buda, Federico Burchio, Daniele Cazzola, Davide Debenedetti, Giuliano Kamberaj, Kevin Pasini, Thomas Pesenti, Manuele Tarozzi, Simone Zanni.

Nella gara notturna bergamasca è arrivato anche il quinto posto di Daniele Cazzola

2/8/2018 – Nuovo piazzamento sul podio per il Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli: a coglierlo è stato Giuliano Kamberai, terzo ieri sera nel Gp Città di Osio Sotto (in provincia di Bergamo), classica “notturna” che si disputa su un circuito di due chilometri da ripetere quaranta volte. Una gara che, come da tradizione, si è risolta in volata e ha visto primeggiare Giovanni Lonardi (Zalf) davanti ad Enrico Zanoncello (Colpack) e all’albanese della formazione emiliana. La squadra del presidente Emanuele Brunazzi e del tm Stefano Chiari ha anche piazzato Daniele Cazzola al quinto posto. Quest’ultimo era stato protagonista delle fasi centrali di gara, con una fuga comprendente altre tre uomini che però è stata ripresa a sei tornate dalla conclusione (Cazzola si è anche aggiudicato il traguardo volante a metà gara).

Nello sprint finale, con duecento metri di sampietrini, Kamberaj ha patito in due occasioni lo slittamento della ruota posteriore, non riuscendo a rimontare Lonardi pur avendolo affiancato all’ultima semicurva: “Peccato, perché mi sentivo bene nonostante fossi reduce da una caduta in pista (la scorsa settimana a Pordenone, ndr) – ha spiegato il velocista albanese classe ’94 a fine gara -. Nel finale ho praticamente affiancato Lonardi all’interno, ma quando mi sono alzato sui pedali per aumentare l’andatura, a volata già lanciata, ho sentito la ruota posteriore sfuggirmi via una prima e poi una seconda volta. Opzione alternativa poteva essere quella di lanciare una volata molto lunga, ma c’era vento contrario e ho valutato che non sarebbe stata una buona idea. Comunque porto a casa questo buon terzo posto e guardo avanti: la condizione c’è, spero arrivi presto la vittoria”.

Nel prossimo weekend nessun impegno agonistico per il Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli, che tornerà in gara martedì a Caselle di Sommacampagna, dove si disputerà il 23° Gp San Luigi.

Ordine d’arrivo Gp Città di Osio Sotto: 1° Giovanni Lonardi (Zalf), km 80 in 1h44’44” a 45,831 km/h, 2° Enrico Zanoncello (Team Colpack), 3° Giuliano Kamberaj (Beltrami TSA – Argon 18 – Tre Colli), 4° Francesco Di Felice (Gallina Colosio), 5° Daniele Cazzola (Beltrami TSA – Argon 18 – Tre Colli), 6° Samuele Zambelli (Iseo Serrature Rime), 7° Davide Colnaghi (Team Pala Fenice), 8° Luca Coati (Iseo Serrature Rime), 9° Jalel Duranti (Petroli Firenze Hopplà), 10° Nicolas Dalla Valle (Team Colpack).

18/6/2018 – Il Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli torna da Brugnera (Pordenone) con un piazzamento in top 10: nella “notturna” di ieri sera (Memorial Gianni Biz) infatti, Giuliano Kamberaj ha concluso in decima posizione la volata che ha premiato Begnoni davanti a Brugna e Zanoncello.

Il velocista della formazione biancorossonera è rimasto un po’ imbottigliato nel rettilineo finale, non riuscendo ad ottenere un piazzamento migliore, ma inserendo comunque il nome della squadra nell’ordine d’arrivo. Il giorno prima, sempre a Brugnera (dove si correva la prima delle due notturne), Kamberaj era stato vittima di una caduta che lo aveva costretto al ritiro. Nonostante questo, non ha voluto mancare l’appuntamento della serata successiva.

Dopo il 3° posto a Monza, il velocista albanese a un passo dal successo nel Trofeo Fumagalli. 8° Zanni, 9° Burchio.
10/6/2018 – Dopo il terzo posto ottenuto ieri all’Autodromo di Monza, oggi Giuliano Kamberaj  è andato ad un passo dal successo in quel di Gessate, nel Milanese, dove si è corso il 34° Trofeo Fumagalli, che il velocista albanese del Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli ha chiuso in seconda posizione. Lo sprint, a ranghi compatti, è stato vinto dal veronese Fedrigo, che si era imposto anche a Monza.
Per la formazione emiliana del presidente Emanuele Brunazzi e del team manager Stefano Chiari si tratta del terzo podio in quindici giorni. Se, da un lato, c’è il rammarico per la vittoria sfiorata, dall’altra c’è soddisfazione per la continuità dei risultati e per la consapevolezza di essere sempre più vicini a raccogliere il risultato pieno. Nella gara di Gessate (150 chilometri totali), per la squadra biancorossonera sono arrivati anche l’ posto di Simone Zanni e il di Federico Burchio.

All’ultimo giro ho preso molta aria in faccia  – le parole di Kamberaj dopo il traguardo -, poi sono uscito dall’ultima curva in prima posizione e ho avuto un momento di esitazione che probabilmente ho pagato caro. Alla fine ho perso di una bici. Peccato perché anche stavolta ci sono andato vicino, ma non è arrivata la vittoria. Bisogna continuare così, cercando di trovare anche quel qualcosa in più che può portarci alla vittoria. Ne riparleremo il prossimo weekend”.

Non è arrivata la vittoria, ma anche oggi non si può appuntare nulla alla squadra – il commento del team manager Stefano Chiari -. I ragazzi sono stati sempre presenti nelle fughe quando serviva, poi hanno tirato quando occorreva farlo. Le qualità di Kamberaj non le scopriamo certo ora: con noi ha disputato due volate, salendo sempre sul podio. Sono convinto che, se continuerà così, ci regalerà diverse soddisfazioni”.

ORDINE D’ARRIVO 34° Trofeo Fumagalli Stefano: 1° Leonardo Fedrigo (Petroli Firenze Hopplà Maserati), 151 km in 3h13’32”, a 45,7 km/h di media. 2° Giuliano Kamberaj (Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli), 3° Alessio Brugna (Namedsport Rocket), 4° Lorenzo Cataldo (Malmantile), 5° Jalel Duranti (Petroli Firenze Hopplà Maserati), 6° Ottavio Dotti (Petroli Firenze Hopplà Maserati), 7° Stefano Frigerio (Team Lan Service Group), 8° Simone Zanni (Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli), 9° Federico Burchio (Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli), 10° David Zanchi (Valle Seriana – Cene).

Il velocista albanese terzo nell’86^ Medaglia d’Oro Città di Monza. Ottavo Simone Zanni

9/6/2018 – Seconda gara con la maglia del Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli e primo podio per Giuliano Kamberaj, velocista albanese (già a segno due volte in questa stagione) tesserato dal primo giugno per la squadra dilettantistica emiliana del presidente Emanuele Brunazzi e del team manager Stefano Chiari.

Kamberaj, classe ’94, si è piazzato al terzo posto nell’86^ Medaglia d’Oro Città di Monza – 41° Trofeo Angelo Schiatti, gara (svoltasi interamente nel circuito dell’Autodromo di Monza, ripetuto 25 volte) che si è conclusa in volata e che ha visto primeggiare Leonardo Fedrigo davanti ad Enrico Zanoncello e all’alfiere della formazione biancorossonera. Da registrare, sempre per il Team Beltrami, anche il buon ottavo posto del velocista classe ’97 Simone Zanni.

La squadra ha lavorato tanto, per quasi tutta la gara – commenta Kamberaj -, e l’obiettivo era la vittoria. Dispiace ovviamente non essere riuscito a coglierla, ma il finale è stato particolarmente convulso: prima sono rimasto un po’ chiuso, poi ai 200 metri dal traguardo ho rischiato di cadere per la sbandata di un altro corridore… Insomma, portiamo a casa un buon piazzamento, ma poteva anche andare meglio. Posso comunque dire di essere fiducioso perché la condizione c’è, e questo conta tanto. Domani ci riproveremo”.

“Oggi devo solo fare i complimenti ai ragazzi per come hanno corso e per come hanno gestito la gara – le parole del ds Roberto Miodini -. Giuliano ha avuto qualche difficoltà in volata, ma nonostante questo è salito sul podio. E questo la dice lunga sulla sua condizione e sulle sue doti. Ci fa piacere anche il piazzamento di Zanni, un ragazzo che sta trovando il colpo di pedale giusto dopo un avvio di stagione tribolato. Penso possa darci qualcosa di importante da qui a fine anno”.

Domani la squadra sarà nuovamente in gara in Lombardia, a Gessate (Milano), nel 34° Trofeo Fumagalli. Partenza alle 9, con 150 chilometri da percorrere. Al via, per la formazione emiliana, Simone Buda, Federico Burchio, Daniele Cazzola, Davide Debenedetti, Giuliano Kamberaj, Gabriel Parola, Kevin Pasini, Thomas Pesenti, Manuele Tarozzi, Matteo Valsecchi e Simone Zanni.

ORDINE D’ARRIVO 86^ Medaglia d’Oro Città di Monza: 1° Leonardo Fedrigo (Petroli Firenze Hopplà Maserati), 145 km in 3h10’35”, a 45,6 km/h di media. 2° Enrico Zanoncello (Team Colpack), 3° Giuliano Kamberaj (Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli), 4° Alessio Brugna (Namedsport Rocket), 5° Umberto Marengo (Viris Vigevano Lomellina), 6° Davide Ferrari (Viris Vigevano Lomellina), 7° Andrea Manini (Team Barblanco), 8° Simone Zanni (Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli), 9° Andrea Cesaro (Viris Vigevano Lomellina), 10° Michele Muraro (Sissio Team).

 

Il velocista di origine albanese quest’anno ha già ottenuto 2 vittorie e 3 secondi posti. Debutterà con la nuova maglia domenica a Roncolevà.
31/5/2018 – Il Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli rafforza il suo organico: la squadra dilettantistica emiliana del presidente Emanuele Brunazzi e del team manager Stefano Chiari ha infatti ingaggiato il velocista di origine albanese Giuliano Kamberaj, classe ’94 (ha compiuto 24 anni proprio ieri), che aveva iniziato questa stagione con la maglia della formazione spagnola (Elite e Under 23) Polartec-Kometa.

Debutterà con la nuova maglia già domenica, al 61° Gp di Roncolevà in provincia di Verona. Cresciuto ciclisticamente in Italia, nella prima parte di questa stagione Kamberaj ha ottenuto due vittorie (la prima in Spagna nel mese febbraio, la seconda una settimana fa nella terza tappa del Tour of Albania, al quale ha partecipato con la nazionale albanese) e tre secondi posti.

L’arrivo di un corridore forte ed esperto come Kamberaj rappresenta per la nostra squadra un rinforzo davvero notevole – commenta il tm Stefano Chiari -. È un velocista capace di esprimere grande potenza in volata, che può farci fare un ulteriore salto di qualità e che cercheremo di mettere nelle condizioni ideali per dare il massimo. In Albania ha dimostrato di stare bene, speriamo si tolga presto soddisfazioni anche con la nostra maglia. Il suo obiettivo, più che legittimo, è quello di passare professionista l’anno prossimo: da parte nostra ci auguriamo di essere la squadra giusta attraverso la quale realizzare questo sogno”.

Il Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli è la squadra giusta per fare bene nel calendario italiano e mettermi in luce – le parole di Kamberaj -. A 24 anni, con alcune esperienze non troppo fortunate alle spalle (nel 2016 era tra i prò con la Skydive Dubai, che di fatto interruppe l’attività ad aprile, ndr), punto a tornare fra i professionisti, consapevole che solo attraverso grandi prestazioni potrò avere chance di raggiungere questo obiettivo. Il Tour of Albania mi ha ridato brillantezza, ora ho tanta voglia di cominciare con questa nuova maglia, anche per ripagare la società dell’opportunità che mi sta dando”.

Domenica dunque, la squadra diretta da Roberto Miodini ed Enea Farinotti sarà al via del 61° Gp di Roncolevà, nel Veronese: 153 i chilometri previsti, con partenza alle 14,30. La manifestazione assegnerà anche il titolo di campione regionale veneto.