Articoli

23/10/2018 – Si è chiusa con una bella prestazione, coronata dal quinto posto finale di Davide Debenedetti nel Gp d’Autunno ad Acquanegra sul Chiese (Mantova), la stagione 2018 del Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli.
L’atleta varesino è stato in fuga, insieme ad altri quattro uomini poi diventati cinque nel finale, dal secondo dei cento chilometri di gara. Il drappello dei battistrada ha accumulato un vantaggio sul gruppo che ha toccato i due minuti, per poi scendere nel finale, dopo la prevedibile fase di studio nel gruppetto al comando. A spuntarla è stato Stefano Lira della General Store, che ha anticipato la volata, andando a prendersi il successo. Sul podio anche il suo compagno Marco Chesini ed Edoardo Faresin della Zalf. Debenedetti, che ha tentato la sortita poco prima dell’ultimo chilometro, si è dovuto accontentare della quinta piazza, un risultato comunque più che onorevole, soprattutto per come è arrivato, che chiude positivamente la stagione agonistica della società biancorossonera del presidente Emanuele Brunazzi e del team manager Stefano Chiari.

Oggi la squadra ha corso davvero bene – le parole del ds Roberto Miodini a fine gara -: bravo Davide a centrare la fuga e a crederci fino in fondo, ma bravi anche gli altri dietro, che hanno sempre letto nel modo giusto le evoluzioni della corsa. Anche stavolta raccogliamo un piazzamento nei dieci, com’è accaduto per buona parte della stagione. Il 2018, a livello agonistico, è finito qui. Ma noi siamo già al lavoro per le sfide che ci attendono nel 2019”.

 

Finisce sul podio la stagione di Rino Gasparrini e del Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli: il velocista marchigiano infatti ha chiuso al terzo posto, in volata, il Gran Premio d’Autunno di Acquanegra sul Chiese, in provincia di Mantova, ultimo impegno stagionale per la squadra del presidente Emanuele Brunazzi e del team manager Stefano Chiari.
Un finale praticamente uguale a quello dell’anno scorso, quando Gasparrini ottenne il medesimo piazzamento in questa gara, vinta oggi da Simone Moro davanti a Giovanni Lonardi.
Una corsa nella quale le maglie biancorossonere della squadra emiliana sono state protagoniste per buona parte, quando si è trattato di dover tirare il gruppo per chiudere su una fuga di sei uomini, poi rimasti in tre e ripresi solo all’ultimo chilometro. In volata, un Gasparrini in palla ha rimontato fino ad ottenere la terza piazza finale. Nell’ultimo terzo di gara il velocista marchigiano ha tra l’altro pagato dazio alla sfortuna: dopo un lieve contatto in gruppo ha dovuto sostituire la bici, il cui cambio di era danneggiato, per riprenderla una volta risolto il problema dallo staff del Team. Un doppio “pit-stop” che, in una gara così veloce, certamente non lo ha agevolato.

La squadra ha fatto un bel lavoro e la ringrazio – ha detto Gasparrini nel dopo gara -, purtroppo il doppio cambio di bici mi ha costretto a diversi sforzi supplementari, ma mi sentivo bene e alla fine è comunque arrivato un buon terzo posto in una gara dove, su tre partecipazioni, sono sempre salito sul podio”.

Questa era la nostra ultima gara stagionale – il commento del team manager Chiari -, e ci tenevamo a fare bene. I ragazzi hanno onorato anche quest’ultimo impegno, al quale hanno assistito dal vivo anche Graziano Beltrami (titolare della Beltrami Tsa, ndr) e Jeff Hammond (direttore delle vendite internazionali del marchio Argon 18, ndr), doppia visita che ci ha fatto davvero molto piacere. Ora continuiamo a lavorare in vista della prossima stagione, come già abbiamo iniziato a fare”.