Articoli

20/9/2020 – Continua a centrare piazzamenti importanti Filippo Baroncini: il ravennate classe 2000 del Team Beltrami TSA – Marchiol ha chiuso oggi in quinta posizione il Trofeo Città di San Vendemiano (Treviso), una delle più prestigiose gare internazionali per Under 23 (fra le pochissime “sopravvissute” in questa stagione).

A vincere è stato Antonio Tiberi della Colpack, arrivato solitario con un minuto sul gruppo inseguitore regolato da Kevin Colleoni e del quale faceva parte anche Filippo Baroncini, che ha centrato la quinta piazza al termine di un’altra grande prestazione.
Una settimana fa era arrivato 6° al campionato italiano Under 23 e, martedì 8 settembre, aveva chiuso al secondo posto l’Astico – Brenta.

Filippo anche oggi ha fatto una gran gara – spiega il direttore sportivo Mirco Lorenzetto –, tanto che ad un certo punto si poteva pensare di ottenere anche qualcosa in più, ma è comunque un quinto posto di grande valore in una gara internazionale. Bravi anche gli altri ragazzi, che hanno fatto il loro dovere. Sabato correremo in “casa” il Memorial Polese e ci auguriamo di continuare ad essere protagonisti”.

Sabato 26 settembre, appunto, va in scena il 27° Memorial Polese, gara per Elite e Under 23 con partenza a Cimadolmo e arrivo a Santa Maria del Piave, nel Trevigiano. Gara Nazionale con la regia organizzativa della NT Cycling, componente veneta del Team Beltrami TSA – Marchiol. Partenza alle 12.30 e 156 km da percorrere.

18/9/2020 – Domenica (20 settembre) il Team Beltrami TSA – Marchiol sarà in gara in Veneto, nel Trevigiano, al 13° Trofeo Città di San Vendemiano – 60° Gp Industria e Commercio, gara internazionale per Under 23 (1.2 Uci), uno degli appuntamenti più prestigiosi per la categoria, ancor di più in una stagione accorciata come questa.

La squadra del team manager Stefano Chiari punterà a far bene soprattutto con Filippo Baroncini, reduce dal 6° posto al Campionato Italiano Under 23 di domenica scorsa a Zola Predosa e, cinque giorni prima, del secondo posto nell’Astico-Brenta, in provincia di Vicenza.

Oltre a lui, al via ci saranno anche Matteo Domenicali, Marco Grendene, Simone Raccani, Massimo Orlandi e Thomas Pesenti. Mancherà Nicolò Parisini, non al meglio negli ultimi giorni.
La gara si snoda su un tracciato piuttosto impegnativo di 175 chilometri, con partenza alle 13 e arrivo previsto verso le 18.

Al Campionato Italiano abbiamo davvero ben figurato – le parole del tm Chiari – specialmente grazie ad un Baroncini in ottima forma. Anche a San Vendemiano partiremo per essere protagonisti e fare bene con tutta la squadra. È un appuntamento a cui teniamo, perché è un’internazionale per Under 23 che, in passato, ha sempre espresso valori importanti”.

Cesenatico e la Romagna: luoghi ideali per il ciclismo che d’ora in poi saranno un punto di riferimento anche per il Team Beltrami Tsa – Marchiol.
Grazie infatti alla Partnership stipulata dalla formazione Continental veneto-emiliana, il Lungomare Bike Hotel  di Cesenatico, della famiglia Pasolini, uno dei migliori bike hotels italiani, apprezzato da ciclisti di tutto il mondo, sarà la base di ritiri e training camp del Team.

Siamo felicissimi che una struttura come Il Lungomare Bike Hotel, una delle più belle di Cesenatico e all’avanguardia in quella che è l’ospitalità legata al ciclismo, abbia scelto di legarsi alla nostra squadra e al nostro progetto incentrato sui giovani – spiega il team manager della Beltrami Tsa – Marchiol, Stefano Chiari -. Cesenatico e la Romagna sono luoghi perfetti per praticare questo sport, con percorsi meravigliosi e una grande tradizione, incarnata pienamente dalla famiglia Pasolini, che ringraziamo fin d’ora per l’entusiasmo e la grande disponibilità fin da subito manifestata. L’Hotel Lungomare sarà la miglior “base” possibile per i nostri ritiri collegiali e sono convintissimo che rappresenterà un valore aggiunto per tutto il Team”.

“Io e la mia famiglia, albergatori in bici da 4 generazioni, ospitiamo da oltre 40 anni, appassionati ciclisti e team professionistici – le parole di Silvia Pasolini -. Quello ciclistico è’ un ambiente in cui abbiamo sempre investito tempo e risorse e che ci ha dato grandi soddisfazioni. Guardando al futuro ed essendo già proiettati all’anno prossimo, ci fa veramente piacere questa nuova avventura con il Team Beltrami Tsa – Marchiol, speriamo che sia segno di una nuova ripartenza dopo un 2020 decisamente sottotono e da archiviare”

Il Lungomare Bike Hotel ha diversi punti di forza: affaccia direttamente sulla spiaggia, ha un centro benessere e una palestra con vista mare, offre due piscine, ideali anche per gli allenamenti, con tanto di vasca idromassaggio salinizzata e sempre riscaldata da marzo a novembre. Particolare è l’attenzione ai ciclisti, a partire da una grande e sicura bike room, l’Hotel offre la possibilità di noleggio bici da corsa, mtb e e-bike, oltre a disporre di guide per tours differenziati a seconda dei livelli di allenamento. E per recuperare dopo un bel giro in bicicletta, il Lungomare Bike Hotel offre un ricco buffet fino alle 16.30. L’Hotel, scelto fra le altre da team professionistici come Ineos, Lampre, Astana e Nazionale Italiana, è anche su misura per tutta la famiglia, con un ampio programma di attività dedicata ai bambini e agli accompagnatori.


Il ravennate classe 2000 ha vinto la volata del gruppo inseguitore. Successo in solitaria del trentino Riccardo Lucca.

Secondo posto e primo podio stagionale, nella 95^ Astico – Brenta a Maragnole (Vicenza), per Filippo Baroncini e il Team Beltrami TSA – Marchiol: il ravennate classe 2000, reduce da un buonissimo Giro d’Italia Under 23 che aveva concluso (sabato) in crescendo, ha regalato alla squadre del team manager Stefano Chiari un bel risultato nella classica veneta per Elite e Under 23, vincendo lo sprint del gruppo (ridotto a 17 unità) che è arrivato a 47 secondi da Riccardo Lucca (General Store), solitario al traguardo dopo un attacco piazzato a dieci chilometri dalla conclusione. Terzo posto per l’abruzzese Francesco Di Felice (Sangemini).
Un secondo posto, quello di Baroncini, che va comunque a premiare un buon momento di tutta la squadra, che oltre ad un onorevole Giro d’Italia (con due piazzamenti nei dieci dello stesso atleta ravvenate), negli stessi giorni ha ben figurato anche tra i professionisti alla Settimana Internazionale Coppi e Bartali, dove il livello era elevatissimo.

“Sono contento, perchè dopo il Giro cercavo conferme e qui le ho avute – le parole di Baroncini nel dopo gara -. Avevo una buona gamba e mi sentivo bene. La gara è stata un po’ anomala, nel senso che a causa di una caduta la gara è stata neutralizzata e poi ripartita, dopodichè abbiamo fatto La Rosina a tutta e siamo rimasti davanti in trenta a giocarci la corsa. Quando Lucca è partito ho provato a seguirlo, ma non ce l’ho fatta: complimenti a lui. Non ho rimpianti e, anzi, sono contento di aver centrato il secondo posto in volata, significa che anche allo sprint sto migliorando”.

Un risultato che è anche una buona premessa in vista del campionato italiano Under 23 che si disputa domenica ne Bolognese.

ORDINE D’ARRIVO
1° Riccardo Lucca (General Store)
2° Filippo Baroncini (Beltrami TSA – Marchiol) a 47″
3° Francesco Di Felice (Sangemini Trevigiani)
4° Stefano Gandin (Zalf)
5° Edoardo Francesco Faresin (Casillo)
6° Pietro Aimonetto (Cycling Team Friuli)
7° Davide Masi (Gragnano)
8° Daniel Smarzaro (General Store)
9° Alessandro Santaromita (Vc Mendrisio)
10° Alex Tolio (Casillo)

Buonissima prestazione quest’oggi, nella seconda semitappa della giornata di apertura della Settimana Internazionale Coppi e Bartali, 13.3 km da Gatteo Mare a Gatteo. Il sestetto del Team Beltrami TSA – Marchiol, la più giovane squadra in gara, ha chiuso in 21^ posizione (su 28 team), con il tempo di 15’34”, mettendosi alle spalle anche diverse formazioni Professional.
Nella semitappa del mattino, tutti i sei atleti diretti da Orlando Maini hanno chiuso la prova nel primo gruppo. Domani la tappa probabilmente più dura, da Riccione a Sogliano al Rubicone, con arrivo in salita.

23/08/2020 – È appena andato in archivio il weekend che, in tutta Europa (e non solo), ha assegnato i titoli di campione nazionale. Per il Team Beltrami TSA – Marchiol è arrivato un bel risultato da campionato slovacco dei professionisti (disputato a Mlada Boleslav), terminato in sesta posizione da Matus Stocek, atleta classe ’99 alla seconda stagione tra le fila della squadra giallogrigiorossa. A vincere è stato Juraj Sagan, fratello minore di Peter, con Stocek che avrebbe potuto ambire al podio se non fosse stato per un piccolo incidente che ha causato un guasto meccanico e lo ha costretto ad un doppio cambio di bici.
Un po’ di rammarico c’è – commenta l’atleta -, perché senza questi episodi sfortunati credo che sarei salito sul podio, ma sono comunque soddisfatto della mia prestazione. Un piazzamento tra i professionisti è un buon risultato, specialmente alla mia età”.

Team Beltrami TSA – Marchiol che era in gara anche nel campionato italiano pro’ corso oggi tra Bassano del Grappa e Cittadella, in Veneto, e vinto da Giacomo Nizzolo. La formazione diretta da Orlando Maini schierava Matteo Domenicali, Gregorio Ferri e Marco Grendene, i quali non avevano nessuna velleità di risultato, ma hanno comunque vissuto un’esperienza di livello, portando il nome del Team sul principale palcoscenico tricolore.

23/07/2020 – Prosegue in Romagna la serie di gare denominata “Warm Up Ciclismo”, che prevede per domani (venerdì 24 luglio) una tipo-pista a Faenza e un gara su pista al Velodromo “Servadei” di Forlì, poi due gare su strada nel weekend: sabato a Faenza si corre sul tradizionale percorso dei “Monti Coralli”, mentre domenica a Sant’Ermete di Rimini va in scena il Trofeo Fratelli Anelli.
Manifestazioni organizzate dal gruppo Nuova Ciclistica Placci ed Extragiro, che già nello scorso weekend hanno aperto la stagione post-lockdown delle due ruote in Emilia Romagna, con tre prove che hanno avuto l’Autodromo di Imola quale fulcro e che hanno visto, in quella di domenica, il decimo posto di Filippo Baroncini, ravennate del Team Beltrami TSA – Marchiol.

Alla gara del Velodromo di Forlì prenderanno parte Giosuè Crescioli e Federico Chiari, mentre alla tipo-pista di Faenza saranno al via Leonardo Dallacosta, Marco Grendene, Matteo Domenicali e Matteo Freddi.
Sabato, nella gara dei Monti Coralli, spazio a Freddi, Dallacosta, Ferri, Domenicali, Grendene, Parisini e Stocek. Gli ultimi due saranno alla prima gara italiana post Covid (Stocek ha già gareggiato in Slovacchia).
Infine, domenica, toccherà a Pesenti, Parisini, Stocek, Baroncini, Ferri, Orlandi e Raccani.

Fra sabato e domenica la squadra alloggerà al Lungomare Bike Hotel di Cesenatico, che da quest’anno è fra i partner del Team Beltrami TSA – Marchiol e farà spesso da base alla formazione del team manager Stefano Chiari, anche per ritiri e training camp, in una terra ideale per la pratica del ciclismo.

14/7/2020 – Il ciclismo è pronto a ripartire anche in Emilia-Romagna: da venerdì 17 a domenica 26 luglio sono infatti in programma una serie di gare (crono, strada, pista e mountain bike), tutte fra Imola e Rimini, che segneranno anche il debutto post lockdown del Team Beltrami TSA – Marchiol.
La squadra avrebbe infatti dovuto riprendere l’attività agonistica sabato scorso, nella Ciclismoweb Chrono Challenge a Roveredo di Guà, ma un violento nubifragio abbattutosi sulla località veronese ha costretto gli organizzatori ad interrompere la manifestazione, impedendo così agli Elite e Under 23 (gli ultimi a dover scendere in strada) di gareggiare.
Un debutto solo rimandato dunque: si riparte venerdì con un doppio impegno, che vedrà Filippo Baroncini, Giosuè Crescioli e Davide Cattelan impegnati in una cronometro all’autodromo di Imola (due giri del circuito da coprire, per un totale di 9,8 km, con partenza dalle 17) e Federico Chiari in gara su pista al Velodromo di Forlì.

Sabato e domenica verrà il momento di ripartire anche con le gare di gruppo, sempre nella cornice dell’autodromo di Imola: prima una gara che si snoderà sul circuito automobilistico, poi una più impegnativa, che allargherà il giro percorrendo il classico circuito dei Tre Monti, reso celebre dal trionfo di Vittorio Adorni al Mondiale di Imola del 1968.

Domenica si svolgerà anche una gara di mountain bike a Riolo Terme, con al via Luca Cretti, competizione bissata martedì 21 e che, per il Team Beltrami TSA – Marchiol, vedrà partecipare Matteo Domenicali.
Venerdì 24 sarà la volta di una tipo-pista a Faenza e di una gara su pista ancora al Velodromo di Forlì, mentre la serie si chiuderà nel fine settimana del 25 e 26 luglio con due gare su strada: sabato a Faenza, con il circuito del Monti Coralli, poi domenica a Sant’Ermete di Rimini con il Trofeo Fratelli Anelli.

21/06/2020 – Matus Stocek, slovacco classe ’99 del Team Beltrami TSA – Marchiol, continua a centrare piazzamenti e a migliorare i propri risultati nelle gare alle quali sta partecipando fra Slovacchia e Repubblica Ceca. Dopo un quindicesimo e un sesto posto, quest’oggi si è piazzato terzo nella manifestazione Open che si è disputata a Olomuc (Repubblica Ceca), conclusa con uno sprint in cima ad un breve strappo.
Stocek, che da fine febbraio è tornato a casa sua a Vel’ké Rovné, in Slovacchia, dove ha potuto sempre allenarsi su strada in questi mesi, ha effettuato recentemente uno stage con la sua Nazionale, grazie al quale ha affinato la propria preparazione, per poi partecipare alle primissime gare che si sono svolte fra Slovacchia e Repubblica Ceca, mostrando una condizione in costante crescita, come testimonia il buon risultato di oggi nella gara vinta dal giovane talento ceco Jakub Toupalik davanti all’altro ceco (campione nazionale Under 23 in carica) Tomas Barta.

“Sono contento delle risposte che sto avendo – le parole di Stocek nel dopo gara -, del resto mi sono allenato bene nell’ultimo periodo e voglio farmi trovare pronto per quando tornerò in Italia e mi unirò al resto della squadra. Non sono ancora al meglio, ma è giusto così, mi manca un po’ di velocità, ma arriverà anche quella. Intanto porto a casa un terzo posto, che fa sempre morale, specialmente se ottenuto al termine di una volata impegnativa, con la strada in salita”.


L’atleta del Team Beltrami TSA – Marchiol ha preso parte alle prime due gare disputate nel suo Paese  

In attesa che anche in Italia (verso fine luglio) ricomincino le gare di ciclismo, in alcune parti del mondo si stanno disputando le prime competizioni successive al blocco totale determinato, nel mese di marzo, dalla situazione di emergenza sanitaria globale. È il caso della Slovacchia, dove sono già andate in scena, fra giovedì e domenica, due gare in circuito (per professionisti e dilettanti) alle quali ha preso parte anche Matus Stocek, atleta slovacco classe ’99 del Team Beltrami TSA – Marchiol, terminando al sesto posto la prova di ieri, andata in scena su un percorso ricavato nell’aeroporto di Dolny Hričov, e al quindicesimo quella di giovedì, sul circuito automobilistico Slovakaring.

Stocek, alla seconda stagione tra le fila della squadra giallogrigiorossa, si trova in patria dai primi di marzo: a fine febbraio infatti era volato in Turchia per disputare alcune gare con la sua Nazionale, dopodiché la situazione legata al coronavirus ne ha consigliato il ritorno in Slovacchia anziché in Italia. A casa sua, peraltro, Stocek ha potuto allenarsi regolarmente su strada, pratica che non è mai stata vietata dal governo slovacco.

“È stato bello riassaporare il gusto della competizione – le parole di Stocek -, dopo più di tre mesi senza attaccare il numero sulla schiena. Le sensazioni tutto sommato sono state buone, anche se è solo un inizio.  Devo dire che, mai come in questo caso, l’importante era partecipare, tornare a un po’ di normalità. Seguo costantemente la situazione italiana, che è stata molto pesante da fine febbraio: emotivamente sono stato parecchio coinvolto da quel che sentivo e leggevo, perché amo l’Italia e spero che la situazione continui a migliorare come sta accadendo nelle ultime settimane. Sarà bello, quando le condizioni lo permetteranno, tornare a correre in quella che considero una seconda casa”.