Articoli

2/7/2017 – Due piazzamenti nei dieci per il Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli a Gambellara, nel Vicentino, dove oggi si è corso il Trofeo Cleto Maule – 18° Memorial Amilcare Tronca: Simone Piccolo si è classificato settimo, mentre Alberto Tocchella ha chiuso in decima posizione la gara vinta da Attilio Viviani (fratello del professionista Elia).
Viviani ha preceduto Nicola Breda, insieme al quale si era avvantaggiato all’ultimo giro del circuito, quando mancavano circa sei chilometri al termine della gara. Sono usciti da un gruppetto ridotto a poco più di venti unità, nel quale Tocchella aveva appena chiuso il buco sul campione italiano Elite Gianluca Milani. Alla fine Simone Piccolo (milanese classe 1997), che quest’anno ha perso quasi due mesi di gare per la frattura della clavicola alla Milano-Busseto, ha colto un settimo posto che è anche il suo primo piazzamento stagionale. Un’autentica iniezione di fiducia in vista dei prossimi impegni.

Anche stavolta abbiamo detto la nostra – spiega Roberto Miodini, ds del Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli -, cogliendo due piazzamenti nei dieci ma non riuscendo a giocarci la vittoria. Peccato perché, dopo il lavoro di Tocchella, con un po’ di esperienza in più Piccolo avrebbe potuto seguire i due che poi sono arrivati al traguardo. Ma è un ragazzo del secondo anno, che in questa stagione ha corso poco per l’infortunio che gli è capitato, per cui questa è stata un’occasione di crescita e il piazzamento è comunque un fatto positivo. Lui, come tanti suoi compagni, ha ampi margini di miglioramento”.

Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli grande protagonista quest’oggi al Campionato Italiano della categoria Elite s.c. che si è disputata a Ceglie Messapica, nel Brindisino: Alberto Tocchella ha chiuso al sesto posto, mentre Filippo Fiorelli si è classificato ottavo. A vincere la 58^ Coppa Messapica, valevole appunto per l’assegnazione del titolo tricolore, è stato Gianluca Milani della Zalf, già vincitore di questa stessa maglia nel 2015, che sulla rampa del traguardo ha preceduto il suo compagno Niccolò Rocchi.
A decidere la gara è stata l’azione di cinque corridori nata ad una quindicina di chilometri dal traguardo, con Milani che poi è riuscito a prevalere sugli altri. Tocchella, atleta bresciano (di Sale Marasino) classe 1993, è arrivato primo tra gli immediati inseguitori, a 1’35” dal vincitore, mentre Fiorelli (palermitano di Ficarazzi, nato nel 1994) ha chiuso a 1’44” davanti ad altri sette atleti.
Sono stati entrambi protagonisti nelle fughe che hanno caratterizzato la fase decisiva della gara, mentre in precedenza si era messo in luce Christian Scerbo, inseritosi in due azioni da lontano. Alla fine, tra il gran caldo, i 172 chilometri da percorrere e le asperità del tracciato, è uscita una gara dura e combattuta. Stesso percorso sul quale domani verrà assegnato il titolo italiano degli Under 23, che vedrà al via, per la squadra biancorossonera, Pasini, Piccolo, Debenedetti e Cancarini.

Non possiamo certo essere delusi dopo una gara del genere – spiega il ds del Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli, Roberto Miodini -. Siamo stati sempre presenti e abbiamo interpretato bene la gara, poi è logico che, quando si piazzano due atleti nei dieci ma nessuno sul podio, un po’ di rammarico sia naturale, fa parte dell’ambizione. Però guardiano al bicchiere mezzo pieno: un prestazione confortante che conferma la costante crescita dei ragazzi e che li avvicina sempre di più ad un risultato importante”.

25/04/2017 – Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli tra i maggiori protagonisti oggi della 68^ Coppa Ardigò a Pessina Cremonese, dove Alberto Tocchella ha chiuso in decima posizione e dove, soprattutto, Moreno Giampaolo ha rischiato il colpaccio con un attacco solitario all’ultimo chilometro, che si è però esaurito a trecento metri dal traguardo. Più in generale, la squadra biancorossonera è stata sempre presente nelle fasi cruciali della corsa, sia nella prima fuga di giornata (con tre uomini), sia nella seconda, l’azione decisiva di 17 unità nata dopo due terzi di gara. Del gruppetto facevano parte Alberto Tocchella, Moreno Giampaolo e Christian Scerbo: non essendo veloci in volata, hanno tentato l’azione nel finale, con Scerbo che ha messo in fila il gruppetto per dare il la al tentativo di Giampaolo. Lo scalatore abruzzese però è stato ripreso nell’abitato di Pessina Cremonese. A quel punto è partita una volata anomala, vinta da Filippo Ferronato del Team Friuli, con Tocchella (da poco rientrato alle corse dopo il brutto incidente di tre settimane fa) che ha chiuso in decima posizione. Anche domenica, a Montanino di Reggello (Firenze), la squadra diretta da Roberto Miodini (che in Toscana ha debuttato sull’ammiraglia biancorossonera) era presente con tre uomini nel gruppo che si è giocato la corsa, chiudendo al dodicesimo posto con Davide Debenedetti.
Segnali importanti di crescita in vista dei prossimi appuntamenti, su tutti il Trofeo Papà Cervi in programma il primo maggio a Praticello di Gattatico (Reggio Emilia), che torna per Elite e Under 23 a cinque anni dall’ultima volta.

28/10/2016 – Nel 2017 Alberto Tocchella e Andrea Cancarini vestiranno la maglia del Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli: sono due dei nuovi acquisti della squadra emiliana per la prossima stagione, dopo i già annunciati ingaggi di Michele Bertaina, Enrico Olivero, Giosuè Mattio e Manuele Tarozzi (che saranno tutti al primo anno nella categoria). Entrambi bresciani ed entrambi provenienti dalla General Store Mantovani, Tocchella e Cancarini vanno a rafforzare l’organico della squadra emiliana nata un anno fa, che domani (sabato 29 ottobre) si ritroverà all’Albergo delle Rose di Monticelli Terme per un primo incontro di pianificazione della prossima stagione, al quale prenderanno parte anche i cinque atleti confermati dell’organico 2016: Rino Gasparrini, Davide Debenedetti, Moreno Giampaolo, Kevin Pasini e Christian Scerbo.

Tocchella, corridore completo classe 1993, ritroverà così in ammiraglia Giancarlo Raimondi, già suo direttore sportivo nella Gavardo, con il quale nel 2014 vinse la Coppa San Geo, tradizionale gara di apertura del calendario dilettantistico italiano.
Cancarini invece, passista scalatore, è del 1997 e quest’anno era alla prima stagione tra gli Under 23, dopo che nella categoria Juniores si era messo in evidenza come uno dei talenti più promettenti del panorama italiano, vestendo anche la maglia Azzurra.

Come detto più volte negli ultimi tempi, stiamo lavorando per potenziare l’organico della prossima stagione – spiega il team manager Stefano Chiari -: gli ingaggi di Tocchella e Cancarini vanno in questa direzione. Alberto è un atleta importante per questa categoria, che ha dimostrato di saper vincere gare prestigiose e che confidiamo di riportare a quei livelli, perché ha le carte in regola per poter fare la differenza. Cancarini è un giovane promettente, che dopo un primo anno di assestamento nella categoria sarà messo nelle migliori condizioni per esprimersi. Non sono, ovviamente, gli ultimi acquisti per il 2017: nei prossimi giorni comunicheremo i nomi che andranno a completare la rosa”.

Nella foto (di Federica Muzzi) Alberto Tocchella