15/04/2018 – Ancora un piazzamento in top ten per Daniele Cazzola, che oggi a Cimetta di Codognè (Treviso) si è classificato in settima posizione nel 69° Circuito del Termen, vinto in volata dal veronese Leonardo Fedrigo.

Per Cazzola, vicentino di Malo classe 1993, è un risultato che arriva una settimana dopo il decimo posto rimediato nella Vicenza – Bionde, quando vinse la volata del gruppo, anticipato però di soli sette secondi da nove fuggitivi che stavano per essere ripresi dal plotone.
Oggi invece, in una gara che si svolge su un circuito di appena 2,3 chilometri, lo sprint a ranghi compatti era inevitabile. Il brivido di una caduta all’ultimo chilometro non ha coinvolto gli uomini in maglia biancorossonera, e alla fine Cazzola ha colto un risultato che lo conferma tra gli uomini più regolari nel rendimento fra quelli che compongono la rosa del Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli.

La squadra del presidente Emanuele Brunazzi e del team manager Stefano Chiari ieri era invece in gara nella Milano – Busseto: non è arrivato il piazzamento, ma il romagnolo Manuele Tarozzi è stato comunque bravo a stare davanti quando, verso la fine dell’ultima ascesa verso Tabiano Castello, si è sganciato un gruppetto di nove atleti, poi però ripresi a 15 chilometri dal traguardo, nel lungo tratto di pianura finale.

“Cazzola oggi si è confermato un corridore affidabile e in buona condizione in questo periodo – commenta il ds Roberto Miodini -. Ha esperienza e si vede, è un elemento davvero utile a tutta la squadra e ci auguriamo che in questo periodo continui a raccogliere risultati, magari anche migliori. A Busseto ci siamo fatti notare con Tarozzi, che era entrato in quella che sembrava poter essere la fuga buona, ma poi sono stati ripresi. Peccato, ma ha dato un segnale positivo”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.