A Cimetta di Codogné il velocista marchigiano ha battuto Fedrigo e Maronese

17/4/2016 – Con una strepitosa volata sul traguardo del 67° Circuito del Termen a Cimetta di Codogné (in provincia di Treviso), Rino Gasparrini ha conquistato oggi la seconda vittoria stagionale, sua e del Team Beltrami Tsa – Argon 18 – Tre Colli, squadra di Elite e Under 23 nata quest’anno grazie alle sinergie tra addetti ai lavori (con in testa il presidente Emanuele Brunazzi e il team manager Sterfano Chiari) e sponsor delle province di Parma e Reggio Emilia. Gasparrini, già a segno un mese fa a Pianzano, ha battuto piuttosto nettamente (con poco più di una bicicletta di vantaggio) Leonardo Fedrigo e Marco Maronese.

Questa vittoria ci voleva proprio – commenta un raggiante Gasparrini, marchigiano di San Benedetto del Tronto classe 1992 -. Ieri (al Trofeo Edil C, ndr), stavo bene ma non benissimo, mentre oggi pensavo che avrei fatto più fatica, invece la gamba ha risposto molto bene: ai 500 metri sono uscito dall’ultima curva in quarta o quinta posizione, dopodiché ho preso il comando a poco meno di 200 metri dalla linea finale ed è andata bene. La dedico alla squadra e ai compagni: la condizione generale sta crescendo, così come tutto il gruppo e i “meccanismi”, per cui siamo molto fiduciosi per l’immediato futuro”.

Rino è stato bravissimo – spiega il ds Giancarlo Raimondi -, ha vinto con autorevolezza, facendo valere l’ottima condizione di forma e il talento, che di certo non scopriamo oggi. È un successo importante per tutto il morale della squadra, perché ci dà quella tranquillità che permette di lavorare nel migliore dei modi. Oggi ho visto bene tutti i ragazzi, che hanno contribuito a fare sì che la gara si concludesse in volata, come volevamo”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.